Col sangue di Falcone e Borsellino

L’ex procuratore capo di Palermo Caselli: “Non toccate il 41-bis”

Fortunato il Paese senza carceri. Sarebbero scomparsi tutti i delitti che giustificano (sia pure come “extrema ratio”) il ricorso alla pena detentiva. A tutt’oggi, invece, il carcere c’è, con la sua complessità. Innanzitutto per la tipologia dei detenuti. Non tutti hanno la stessa pericolosità o la stessa voglia e capacità di reinserimento. Di qui la […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.