Col baciamano di Malagò alla Raggi, addio Roma 2024

Il giorno dopo - Il presidente del Coni rinuncia a qualsiasi piano B. Renzi a Otto e mezzo: “Non faremo le Olimpiadi contro l’amministrazione che deve ospitarle”

Fedele alla sua fama di playboy, Giovanni Malagò tenta l’ultima mossa: la carta della seduzione per salvare in extremis la candidatura di Roma alle Olimpiadi 2024. Dopo avergli “dato buca” il giorno prima in Campidoglio, ieri la sindaca Virginia Raggi ha incrociato il presidente del Coni al Foro Italico per la presentazione del logo degli […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.