Classici concentrati, il teatro messo a dieta

Sempre più compagnie adattano o riducono le opere dei grandi: scarsa fantasia o esigenze di pubblico?
Classici concentrati,  il teatro messo a dieta

Con la mortificazione del corpo è arrivata, puntuale, anche quella dello spirito. La dieta Dukan ha alleggerito il girovita, dopodiché il giro di vite si è spostato in teatro, dove è ormai (quasi) impossibile assistere a una messinscena originale, se non integrale, dei classici: sui palcoscenici nostrani è tutto un distillato, un taglia-e-cuci, uno spezzatino […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.