“Ci avevo creduto, ce la farò nel 2030…”

Il prigioniero - Per la quinta volta i colleghi gli impediscono di rinunciare al seggio
“Ci avevo creduto, ce la farò nel 2030…”

Giuseppe Vacciano è attonito. Mentre finisce il suo discorso numero cinque (5) per ottenere il permesso di dimettersi dal Senato, buona parte dei colleghi sta celebrando – rumorosamente – Augusto Minzolini, che imbocca l’uscita dell’aula per l’ultima volta. Nessuno ascolta il suo intervento, il rito è celebrato in modo rapidissimo e anonimo. L’ex senatore grillino […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.