Chef stressati sì, ma con un cervello ipersviluppato

Chef stressati sì, ma con un cervello ipersviluppato

Due recenti articoli, uno uscito sul Corriere il 7 maggio e uno di Gianfranco Vissani, pubblicato ieri sul Fatto, rappresentano due diverse opinioni sull’argomento della “depressione negli chef”. Da una parte emerge che un lavoro logorante, come quello di chi sta in cucina, pone a più alto rischio di depressione; dall’altra Vissani ricorda che uno […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.