C’era una volta un principe allergico alla noia

C’era una volta un principe allergico alla noia

Un libro iniziato nel ripostiglio di un’antica villa di campagna quando una giornalista incontra un uomo che le chiede il numero di telefono riportandolo poi a matita sulla parete. Il resto è nella biografia di Antonello Ruffo di Calabria raccolta da Giusy Colmo con la prefazione di Fulco Pratesi edito da Castelvecchio. Negli anni 70 […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.