“Ce la vediamo tra noi…” I beffati dello specchietto

La fregatura corre su strada - In auto
“Ce la vediamo tra noi…”  I beffati dello specchietto

“Mi sento un imbecille, sono riusciti a farmi il lavaggio del cervello. Dopo 6 mesi ci sto ancora malissimo, ma non è per gli 80 euro che mi hanno sfilato. Mi sento violentato psicologicamente”. Carlo, un omaccione romano 65enne, dall’alto del suo metro e 80 è una delle migliaia di vittime della truffa dello specchietto […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.