“C’è fretta, meno controlli”: così il governo regalò Expo ai boss

Il ministero delle Infrastrutture nel 2014:“Il settore degli allestimenti non è sensibile: fluidificare gli interventi antimafia” per sbrigarsi. E quei lavori sono finiti a Cosa Nostra
“C’è fretta, meno controlli”: così il governo regalò Expo ai boss

La fotografia scattata dall’antimafia milanese è impietosa: gli uomini di Cosa Nostra si sono presi gli appalti di Expo. Le carte dell’indagine, coordinata dal procuratore aggiunto Ilda Boccassini, spiegano i contatti dei colletti bianchi con i vertici di Fiera Milano e con la società partecipata Nolostand. A margine del dato giudiziario, emerge come questa infiltrazione […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.