Caso Khashoggi, Ryad dà la colpa allo spione di primo piano

Caso Khashoggi, Ryad dà la colpa allo spione di primo piano

La monarchia saudita sarebbe pronta a incolpare dell’assassinio di Jamal Khashoggi un alto funzionario dell’intelligence di Riad vicino al principe ereditario Mohammed bin Salman. Si tratta del generale Ahemd al-Assiri, secondo quanto riporta il New York Times, uomo di punta dei servizi sauditi e consigliere della corona. Mentre a Istanbul la polizia continua a cercare […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.