CasaPound al Colosseo con la scusa dello ius soli

Duemila militanti da tutta Italia con Iannone, Di Stefano e Nina Moric Volti scoperti, marciano tutti inquadrati: “Così uccidono la nazione”
CasaPound al Colosseo con la scusa dello ius soli

Sfilano ordinati che più ordinati non si può, allineati per cinque o per sei, tutti con la bandiera almeno nei primi spezzoni, tutti sul lato destro di via Labicana che sotto il sole cocente tra fumogeni e striscioni li conduce al Colosseo e di lì al Colle Oppio, storica roccaforte nera ben prima di loro […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.