Casa a Montecarlo: “Fini chiese aiuto al signore delle slot”

Riciclaggio - Ordine d’arresto per il cognato Tulliani ma è a Dubai. L’ex deputato Laboccetta accusa: “An con Corallo già dal 2002”
Casa a Montecarlo: “Fini chiese aiuto al signore delle slot”

Nel 2008, poco prima che i Tulliani comprassero la celebre casa di Montecarlo, Gianfranco Fini incontrava negli appartamenti della Camera il re delle slot machine Francesco Corallo e gli chiedeva una mano per comprare una casa nel principato di Monaco. Lo dice Amedeo Laboccetta, interrogato dai pm il 2 marzo scorso. L’ex parlamentare del Pdl […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.