“Carte sparite e ostacoli. Così è impossibile fermare la corruzione”

Lombardia - Giovanna Ceribelli denunciò le tangenti di “Lady Dentiera”, è nell’agenzia di Maroni
“Carte sparite e ostacoli. Così è impossibile fermare la corruzione”

Accento lombardo, timbro aperto. Giovanna Ceribelli è uno tsunami di parole e passione. Starle dietro non è facile. Soprattutto quando si parla di lotta alla corruzione. Lei che come revisore e commercialista ha dato il via all’inchiesta sugli affari e le trame politiche di Maria Paola Canegrati, in arte “Lady dentiera”. Ora che l’Agenzia regionale […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.