Caro Zuckerberg, hai reso Facebook un bullo violento

Violenza social - Solo quattro team a vigilare su 1,7 miliardi di utenti nel mondo: difendersi dalla gogna o dalle minacce è impossibile
Caro Zuckerberg, hai reso Facebook un bullo violento

Caro Mark Zuckerberg, chi ti scrive è una che ama la tua creatura forse più di te. La premessa è necessaria perché ti sia chiara una cosa: non sono l’ad di Twitter e neanche una che s’è scoperta cornuta controllando il Messenger del fidanzato. Sono una che avrebbe solo buoni motivi per tifare per te. […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.