Carminati: “Con me parlavano tutti”. Appalti in Campidoglio, altri 20 a giudizio

Carminati: “Con me parlavano tutti”. Appalti in Campidoglio, altri 20 a giudizio

Torna a parlare, in videoconferenza dal carcere di Parma dove è detenuto al 41 bis, Massimo Carminati. Il presunto capo di Mafia Capitale ieri ha chiesto la parola, nel corso dell’udienza del processo che si tiene all’aula bunker di Rebibbia a Roma, per spiegare come ottenne il passaporto nel 2012 per andare a Londra e […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.