Carlo Calenda ci conferma un’intuizione di Manzoni

Essere Matteo Renzi di questi tempi è davvero un lavoraccio: prima il referendum, poi il governo Gentiloni avviato verso il 2018, poi la Consulta che gli boccia l’Italicum, la scissione del Pd, questo padre che spunta dove meno te lo aspetti, il ministro-fratello Lotti mezzo inguaiato pure lui, la ritenzione idrica galoppante… Ieri ci si […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.