Capolista bloccato e candidature plurime resistono

La Corte costituzionale, giudicando sulla legittimità costituzionale del Porcellum, con la sentenza n. 1/2014 ha dichiarato incostituzionale il sistema elettorale delle liste bloccate, osservando che “ferisce la logica della rappresentanza consegnata nella Costituzione. (…) Le condizioni stabilite dalle norme censurate sono, viceversa, tali da alterare per l’intero complesso dei parlamentari il rapporto di rappresentanza fra […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.