Cancro e Big Pharma: Veronesi e la “macchina” della ricerca

L’addio, Il grande oncologo dal pionieristico intervento “soft” contro il tumore al seno alle battaglie civili passando per le stanze del potere
Cancro e Big Pharma: Veronesi e la “macchina” della ricerca

Era l’uomo amato dalle donne, per il suo fascino e per averne salvate molte dal cancro. Medico, scienziato, uomo di potere, campione laico, grande comunicatore, se n’è andato a 91 anni. Era arrivato dalla campagna pavese in una Milano ancora in bianco e nero. Diventato medico, l’inizio della sua avventura lo aveva raccontato così: “Era […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.