Calenda e il gas. L’incidente in Austria e le polemiche sul progetto Tap in Puglia

Come si dice: “Gallina che canta ha fatto l’uovo”. E il ministro dello Sviluppo Carlo Calenda a poche ore dall’incidente al gasdotto in Austria del 12 dicembre ha frettolosamente tentato di mettere a frutto quanto successo, dichiarando l’emergenza e sostenendo che serve il Tap, ma dimenticando di dire che ci sono gli stock delle riserve. […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.