Calano le sofferenze “nette” dopo la pulizia fatta sui bilanci

Calano le sofferenze “nette” dopo la pulizia fatta sui bilanci

A gennaio scorso si è registrato un deciso calo per le sofferenze nette delle banche italiane, scese a 77,833 miliardi, il minimo da giugno 2014. Le sofferenze sono i crediti non più esigibili, il cui valore netto è quello non coperto a bilancio dal rischio di perdita. Secondo i dati di Banca d’Italia, nel primo […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.