» Società
lunedì 04/12/2017

Cacciatori fuori dalla porta di casa: la denuncia inascoltata

Sono centinaia gli esposti presentati dall’attivista Tamara Panciera per mettere fine al far west di doppiette a Mel (Belluno) che ormai gli rende difficile la vita
Cacciatori fuori dalla porta di casa: la denuncia inascoltata

Vive in una casa isolata al limitare del bosco a Mel, in provincia di Belluno. Da anni convive con la paura di chi, tornando a casa, ogni giorno si aspetta una brutta sorpresa. Ha scritto decine di lettere alle autorità per chiedere più sicurezza e tutela. Ma in quel paese di 6mila abitanti, dove tutti […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.
Commenti

“Mi chiamano cagna, ma sono libera. Gli schiavi sono loro”

Società

Danilo Rea e Braga: Jazz per software e pianista “crackato”

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×