Bussi, il silenzio di D’Alfonso sulle denunce dei giurati

Il caso Romandini - Il governatore seppe delle “pressioni” riferite dai giudici popolari che assolsero gli ex Montedison per la discarica, ma non ne parlò
Bussi, il silenzio di D’Alfonso sulle denunce dei giurati

Un giudice non deve esprimere pareri su un suo processo in corso (pena la sua ricusazione) ed è inopportuno che un politico gli chieda notizie in merito. Nel processo di primo grado sulla mega discarica di Bussi sul Tirino accade l’esatto contrario. Nel 2014 il giudice Camillo Romandini si esprime sul processo – prima della […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.