Brexit, ma non per Antonioni: gli inglesi celebrano “Blow Up”

Brexit, ma non per Antonioni: gli inglesi celebrano “Blow Up”

Era il centro della rivoluzione più iconica del secondo dopoguerra. Era the place to be. E Michelangelo Antonioni l’aveva capito. Il suo Blow Up – indiscusso manifesto cinematografico della Swingin’ London – celebra in questi giorni i primi cinquant’anni dall’uscita nelle sale italiane ed europee e, il prossimo maggio, dalla Palma d’oro a Cannes. La […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.