Breve guida a un dibattito surreale: da “fake news” a “post-truth” (a Soros)

Benvenuti - E ora arrivano gli esperti di fact checking
Breve guida a un dibattito surreale: da “fake news” a “post-truth” (a Soros)

Prima c’erano state le accuse di aver veicolato notizie false su Hillary Clinton e aver favorito così l’elezione di Donald Trump. Poi, una serie di post in cui Mark Zuckerberg, creatore e proprietario di Facebook, aveva prima respinto le accuse e poi ammesso il problema. Ammesso al punto da ideare uno strumento – ancora in […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.