Botte a una disabile al bar: si riapre il caso Casamonica

Il 1º aprile calci e cinghiate a una donna in un locale della periferia di Roma Ora però gli contestano l’aggravante mafiosa: gli indagati sono quattro
Botte a una disabile al bar:  si riapre il caso Casamonica

La prepotenza sul territorio, quello della periferia sud-est romana, dove alcuni Casamonica hanno picchiato con una cintura una disabile e aggredito un barista. Il motivo? Non hanno rispettato la loro supremazia, che come quella dei re si esplica al meglio davanti ai banconi dei bar. Per i magistrati romani però questo è un metodo, quello […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.