Bonino saluta Marco: “Alcuni omaggi postumi puzzano di ipocrisia”

Bonino saluta Marco: “Alcuni omaggi postumi puzzano di ipocrisia”

In piazza Navonac’era tutta la famiglia radicale. Le bandiere gandhiane delle insegne transnazionali, quelle con la rosa nel pugno, le rosse e nere di Nessuno tocchi Caino, qualcuna della Lista Pannella, una dell’associazione Enzo Tortora, la Pace arcobaleno, le verdi di Certi Diritti, la blu di Società Libera, quella di Israele, quelle scritte a mano: […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.