Bombe sul convoglio umanitario: la Croce Rossa non si ferma

Bombe sul convoglio umanitario: la Croce Rossa non si ferma

Come in un triste gioco dello “schiaffo del soldato”, le parti coinvolte nel conflitto siriano si tirano fuori e scaricano le responsabilità su altri per il sanguinoso attacco di lunedì sera a un convoglio umanitario nei pressi di Aleppo. Mosca e Damasco, accusati da Usa e organismi internazionali, hanno ribadito la loro estraneità ai fatti: […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.