Bocca, Pansa e quella rissa sulle Br: “Non dire balle”

Il duello tra le due grandi firme sugli anni di piombo
Bocca, Pansa e quella rissa sulle Br: “Non dire balle”

Ma non raccontiamoci balle, Giorgio. Come fai a dire che Gian Carlo Caselli ha mandato Renato Curcio nella ridicola prigione di Casale Monferrato apposta per farlo fuggire?…”. “Giampaolo, io non ho la carta bollata con le firme di Caselli e del generale Carlo Alberto dalla Chiesa per provare che volessero la fuga di Curcio. All’inizio, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.