Bilancino M5S-Lega: entra anche l’italiano all’estero

Chiusa la partita dei nomi, domani le deleghe. Di Maio e Salvini provano a controllarsi a vicenda e danno una poltrona al Maie
Bilancino M5S-Lega: entra anche l’italiano all’estero

Le deleghe che potevano essere delle mine arriveranno domani, e resteranno quasi tutte ai Cinque Stelle. Dalle telecomunicazioni, la prima preoccupazione di Silvio Berlusconi, che rimarrà al ministro dello Sviluppo economico Luigi Di Maio, a quella ai servizi segreti, che resterà al presidente del Consiglio Giuseppe Conte. Ma il Cipe, il forziere, andrà a Giancarlo […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.