Bigliettini, porte chiuse e tanti: “Che fa?”

Chi lo capisce è bravo - L’inquilino di Palazzo Chigi assediato: “Non mi fido più di nessuno”
Bigliettini, porte chiuse e tanti: “Che fa?”

Sono le dieci del mattino e forse Matteo Renzi non si dimette più. Si dimette? chiede la cassiera alla buvette. Forse sì, forse no. Cielo azzurro, giornata calda, il Senato è il luogo della felicità ritrovata. Accarezza la manovra finanziaria, che il governo gli butta addosso intimando di votarla immediatamente, senza battere ciglio. Sarà l’impressione […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.