Una nuova legge elettorale proporzionale che superi l’Italicum e poi le urne. Questa – secondo Adnkronos – la road map tracciata da Silvio Berlusconi dopo la bocciatura della riforma costituzionale e l’annuncio delle dimissioni di Matteo Renzi. Secondo quanto ricostruisce l’agenzia, l’ex premier si farà promotore di “un tavolo con tutte le forze responsabili per cambiare la legge elettorale” per preparare voto. Berlusconi, dopo aver votato a Roma, ha seguito lo scrutinio ad Arcore insieme ai collaboratori più stretti. Il leader di Forza Italia è comprensibilmente soddisfatto ed è “convinto di avere tutte le carte in regola per sedersi al tavolo delle trattative da protagonista”.

Oggi sono attese le sue prime dichiarazioni ufficiali, mentre domani l’ex premier tornerà a Roma per cominciare a tessere l’ennesima trama della sua carriera politica ultra ventennale.