Bene e male si confondono in una Torino disperata

Bene e male si confondono in una Torino disperata

Un angelo sterminatore si aggira per Torino quando la città festeggia san Giovanni Battista, il suo santo patrono. Ne discendono omicidi efferati ma forse non troppo sbagliati moralmente, ammesso che la morale possa chiedere il conto attraverso l’assassinio. Ecco lo scenario del nuovo romanzo di Remo Bassini, toscano di Cortona trapiantato a Vercelli, classe 1956, […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.