Belfast, paura di Brexit e ritorno della violenza

Con l’addio di Londra una frontiera potrebbe rialzarsi tra Nord e Dublino. Si riaccendono le tensioni “congelate” tra unionisti ed eredi dell’Ira
Belfast, paura di Brexit e ritorno della violenza

Nel ginepraio che è diventato il negoziato su Brexit, il dossier nord-irlandese occupa fin dall’inizio il ruolo non invidiabile di elefante nel negozio di cristalli. Il problema senza soluzione. Gli equilibri politici, sociali ed economici dell’Irlanda del nord (o Ulster) – di fatto, il suo presente e il suo futuro – si reggono sugli accordi […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.