Barcellona e Madrid. Due polizie sull’orlo di una crisi di nervi

Dopo l’attentato - Critiche alla Generalitat: le forze di sicurezza dello Stato estromesse. I Mossos: non condivise notizie sull’imam
Barcellona e Madrid. Due polizie sull’orlo di una crisi di nervi

La speranza che l’attentato di Barcellona servisse a mettere da parte le divisioni fra la Catalogna, con le sue aspirazioni indipendentiste, e Madrid, era già stata spazzata via la sera del 19 agosto, quando il “ministro dell’Interno” della Generalitat, Joaquin Forn, elencando le vittime aveva fatto distinzione fra morti spagnoli e morti catalani. Poi c’era […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.