Baghdad “chiude” il Kurdistan Erbil pensa al ricatto dell’acqua

Stop ai voli - Le compagnie arabe boicottano gli scali del nord-Iraq che ha votato per l’indipendenza: ma da qui passa l’oro blu verso il sud
Baghdad “chiude” il Kurdistan Erbil pensa al ricatto dell’acqua

I check point per entrare e uscire dalla città contesa di Kirkuk, che ha partecipato al referendum contro il volere di tutti, sono ormai deserti. I peshmerga controllano più volte i documenti ai pochi che ancora transitano per questioni di lavoro o per andare a Erbil – la capitale della Regione autonoma del Kurdistan iracheno […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.