Autostrade respinge le accuse ma intanto risarcisce le vittime

Il colosso dei Benetton alla sbarra per il bus finito nel burrone in Irpinia (40 morti): milioni di euro e qualche posto di lavoro per togliere di mezzo 89 parti civili su 109
Autostrade respinge le accuse ma intanto risarcisce le vittime

Dove eravate? Dove siete stati in questi tre anni?”. Giuseppe Bruno inveisce contro le poche telecamere presenti. È il presidente dell’associazione che riunisce i familiari delle vittime della “strage del viadotto”. Strage, sì. Vera quando i morti sono 40, e non “cosiddetta” come preferisce dire, con pignoleria nominalistica, la società Autostrade per l’Italia nei suoi […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.