Attentati, sussidi e riciclaggio: i misteri dei bus in Calabria

Fondi del ministero a imprenditori bocciati dal prefetto
Attentati, sussidi e riciclaggio: i misteri dei bus in Calabria

Una bomba davanti alla sede del Gruppo Romano a Crotone. Pochi giorni prima 15 autobus bruciati all’azienda Federico che, negli ultimi 30 mesi, ne ha visti andare in fumo almeno altri 13 in Calabria. Quello delle autolinee è un mondo complesso in cui il servizio pubblico si intreccia con gli interessi di imprenditori autorizzati dal […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.