Attacco a Cantone, il governo ci prova e poi si smentisce

Il Consiglio dei ministri cancella i superpoteri all’Anac, Renzi non gradisce e Orlando e Gentiloni promettono: “Rimedieremo”
Attacco a Cantone, il governo ci prova e poi si smentisce

Ora è evidente: il governo Gentiloni non è in grado di prendere decisioni autonome, basta un cambio di umore di Matteo Renzi per ribaltare decisioni già approvate e firmate dal Quirinale. Il caos che si è consumato ieri intorno ai poteri dell’Autorità anti-corruzione (Anac) di Raffaele Cantone lo dimostra. La vicenda sembra burocratica, ma è […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.