“Assurdo mandarci in pensione. Ballare non è un lavoro come un altro”

In sei licenziate compiuti i 47 anni d’età (ma i maschi smettono a 52 ): “A casa con 700 euro al mese”
“Assurdo mandarci in pensione. Ballare non è un lavoro come un altro”

Ho danzato il mio ultimo spettacolo senza sapere che sarebbe stato l’ultimo, capisce? Quello che mi è accaduto ha dell’inverosimile: tre anni fa, insieme a buona parte del corpo di ballo del Teatro dell’Opera di Roma, sono stata licenziata in pochi giorni, senza alcun preavviso. Motivo? A neanche 47 anni ero vicina all’età pensionabile, anche […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.