Arresti e bombe: ma “la mafia non c’è” e i carabinieri lasciano

Molise, la relazione della Dia - Riti di affiliazione alle ‘ndrine con immagini sacre. Il comando di Legione però va in Abruzzo
Arresti e bombe: ma “la mafia non c’è” e i carabinieri lasciano

“Il Molise è un’isola felice. Terra di brava gente, di persone perbene e laboriose. Ha un tessuto sociale ed economico sano, impermeabile alla camorra e alla criminalità organizzata”. Non ha dubbi Donato Toma, ex carabiniere e oggi candidato del centrodestra alle Regionali del Molise. Intanto a Roma si decide di ridurre la presenza dei Carabinieri […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.