Arrestato richiedente asilo. “Voleva colpire in Italia”

In uno Sprar nel Crotonese mostrava filmati di stragi, in tasca aveva foto di poliziotti. Il procuratore Gratteri: “Temevamo lasciasse la Calabria”
Arrestato richiedente asilo. “Voleva colpire in Italia”

Aveva chiesto asilo politico all’Italia. Ma il suo obiettivo era quello di reclutare potenziali foreign fighter, “redimere gli infedeli” e “tagliargli la gola”. “L’Isis è buono, l’Isis per me è Dio, l’Isis is my life”. Hamiar Abss Hussien, 29 anni iracheno, ufficialmente stava scappando dalla guerra. In realtà era convinto che, per il jihad, non […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.