“Approdi più lontani posson essere fatali”

Medici senza frontiere - “Parliamo di persone con nomi e storie, non di patate”
“Approdi più lontani posson essere fatali”

“Non si trasporta merce o carichi, ma persone con dei nomi”. Tommaso Fabbri è il capo missione di Medici Senza Frontiere in Italia. L’ipotesi di un blocco dei porti paventato in queste ore dal governo italiano provocherebbe disastri nel sistema di soccorso dei migranti: “Sono loro la nostra unica preoccupazione”. Non ci sono bandiere o […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.