Antirenziani, e poi? I nodi della sinistra (già divisa)

Laboratorio - La leadership ambigua di Pisapia, l’archiviazione del blairismo, l’ipotesi di un fronte che va da Prodi a De Magistris
Antirenziani, e poi? I nodi della sinistra (già divisa)

Ci fu un tempo, nemmeno lontano, in cui l’antiberlusconismo divenne la linea di frattura a sinistra. Tra chi cioè decise di dialogare con l’ex Cavaliere e chi invece era su posizioni intransigenti. Tutto questo accadeva nel perimetro dell’ex Ulivo, indi Unione infine Partito democratico. Oggi che la Seconda Repubblica è moribonda ma la Terza è ancora […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.