Anti-establishment, tranne quando serve qualche tecnico

La retorica anti-élite di Lega e Cinque Stelle è da manuale di scienza politica: nessun movimento populista si sottrae. La Lega contesta soprattutto i tecnocrati di Bruxelles (poiché è stata al governo nazionale fino al 2011 ed è al potere nelle Regioni più ricche non può contestare tutta la classe politica in blocco). Luigi Di […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.