Anno 1981, Cecchetto decide di far “giocare” il juke-box

Anno 1981, Cecchetto decide di far “giocare” il juke-box

Anno 1981, e alcuni importanti complessi psicologici vengono miracolosamente risolti da Claudio Cecchetto. Non sai cantare? Non importa, anche se le note alte o basse sono una montagna troppo alta da scalare, anche se il boccheggiare a pesce durante le serate canterecce è l’unica via d’uscita per evitare l’ennesima pessima figura con gli amici. E […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.