Anilore Banon, la scultrice che vuole l’arte sulla Luna

La francese, con l’aiuto della Nasa, progetta di depositare “Vitae” sul satellite: una corolla che si apre e chiude secondo gli sbalzi di temperatura
Anilore Banon, la scultrice che vuole l’arte sulla Luna

Anilore Banon invierà una scultura sulla Luna. “Vitae” assomiglia alla corolla di un fiore stilizzato che si aprirà la notte e si richiuderà a bocciolo di giorno. “Volevo che fosse aperta di notte perché è il momento in cui la Luna ci parla di più qui sulla Terra”, dice la scultrice. A un primo colpo […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.