Angelino Sette Vergogne: perché deve dimettersi

Tutti i motivi. Dall’assunzione del fratello ai rapporti con la cricca. I fatti ricostruiti dai magistrati dicono che il leader Ncd, anche se non è indagato, non può più fare il ministro
Angelino Sette Vergogne: perché deve dimettersi

Nell’inchiesta Labirinto sulla cricca di Raffaele Pizza detto Lino, Angelino Alfano compare in varie occasioni. Il ministro dell’Interno non è indagato ma i magistrati ricostruiscono vari episodi inoppugnabili con al centro Alfano e il suo partitino Ncd, nato da una scissione di Forza Italia e oggi alleato di governo del Pd di Matteo Renzi. Non […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.