Andria, indagati i padroni dei treni dello schianto

A disposizione di Ferrotramviaria Spa c’erano 2 milioni di euro per affiancare al “blocco telefonico” il controllo automatizzato. Perché non sono stati spesi?
Andria, indagati i padroni dei treni dello schianto

No, forse la strage del treno non finirà con due capistazione di paese a fare da comodi capri espiatori. Per la Procura di Trani e il pool di magistrati che stanno lavorando per dare un po’ di giustizia alle 23 vite spezzate su quel tratto di ferrovia insicuro, l’errore umano è solo una componente della […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.