Amici suoi

Quello di ieri era cominciato come il solito, tranquillo giorno di ordinaria follia. I giornaloni sprizzavano altro sdegno contro il magistrato Michele Emiliano che osa candidarsi alle primarie Pd senza gettare quella brutta toga né vergognarsi degli sms che gli inviava Luca Lotti per raccomandargli Carlo Russo, compare di babbo Renzi (lo scandalo è riceverli, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.