Altro che test Invalsi, è nei ragazzi la splendida bellezza della giovinezza

L’esperienza di “Adotta uno scrittore”: emozioni e riflessioni dopo i tre incontri con un terzo anno di Liceo Classico

Un’esperienza insolita quella di Adotta uno scrittore. E sono stato io l’adottato. Ho vissuto, in attesa del Salone Internazionale del Libro, tre incontri da febbraio a maggio con un terzo anno di Liceo Classico (ovvero un “primo liceo”, dopo il biennio ginnasiale) all’Istituto Sociale di Torino. È un’iniziativa – giunta alla quattordicesima edizione, la cerimonia […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.