Alla ricerca delle foglie di Roma

Alla ricerca delle foglie di Roma

Francia, bosco di Courton, luglio 1918. Giuseppe Ungaretti è accovacciato dentro una trincea del fronte occidentale, i proiettili sibilano sopra la sua testa. Vede cadere molti compagni, soldati anche più giovani di lui. Con quelle immagini davanti agli occhi decide di annotare poche parole sul suo taccuino: “Si sta come d’autunno sugli alberi le foglie”. […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.